{Design} Baby G Objects of Desire #1

 

Table-and-chairs-snacks-480x472

Da un po’ di tempo meditavo di comprare a Baby G un paio di sedie ed un tavolino, per giocare, colorare e divertirci insieme… E quando ho visto questi di Ouef NY mi sono letteralmente innamorata! Un bel tavolo grande e delle simpaticissime sedie con le orecchie da orso o da coniglietto (vendute a coppia), personalizzabili con gli sticker attacca-stacca in tessuto!

Saranno disponibili da fine gennaio e io già non vedo l’ora!

Play_chairs_31-480x299

animation

Table-and-chairs-crafts-480x549

 

 

{Life} Baby G’s Camp First Birthday Party

Giovanni_01

Quando ha organizzato il mio baby shower, mia sorella Fabiola ha pensato ad un party ispirato alla volpe. Così il volpino è diventato un po’ il simbolo di Baby G. Per questo, quando ho cominciato a pensare alla festa del suo primo compleanno, volevo mantenere questo tema, ma per non renderla troppo simile alla mia, ho pensato di aggiungere un twist “campeggiante”!

Ho trovato gli inviti perfetti su Etsy, uno per i grandi e l’altro per i più piccini…

Quando ero ancora incinta invece, avevo acquistato una tenda a forma di furgoncino della VW che ho deciso di utilizzare come elemento decorativo alla festa, creando un angolo dove i bimbi potessero giocare, con dei plaid colorati sul pavimento, la tenda, degli alberi e un fuoco di feltro che ho fatto io, insieme ad una lanterna, una bussola e alcuni s’mores.

Ispirata dal design dell’invito, ho anche realizzato delle spillette in feltro, da regalare ai bimbi alla fine della festa, insieme a una bussola, una matita colorata di legno e alcuni braccialetti luminosi.

Approfittando della stagione natalizia, ho trovato tutti i materiali per la festa: le lanterne rosse, le tovaglie scozzesi, gli alberi finti e le pigne… Ho fatto invece realizzare da un amico la scritta luminosa BABY G CAMP e Jesica ha fatto un lavoro meraviglioso con i fiori utilizzando i vecchi thermos e le tazze da campeggio che ho trovato nei mercatini.

Io e Fabiola ci siamo anche occupate del cibo: bagel, mini hamburger, muffin, cake pops, cupcakes… e io ho anche realizzato la torta: un tronco cioccolatoso con un piccolo boschetto, un mini van e naturalmente un volpino!

ENG

When celebrating my baby shower, my sister threw me a fox inspired party. So the fox has always been a sort of symbol of my baby. As I didn’t want to do something too similar to my party, I decided to keep the woodland theme but with a camping twist.
 
I found the perfect invitations on Etsy, one for the grown ups and the other one for kids…
 
When I was still pregnant, I bought a VW Van tent that I decided to use in the party decor. I created a corner for the kids to play by throwing some plaids on the floor, and I added the tent, some trees and a fire pit that I made with felt, together with a lantern, a compass and some smore’s.
 
Inspired by the design on the invitation I created some felt pins to be left to the kids at the end of the party, together with a compass, a wood pencil and some glow sticks.
 
I took advantage of the (holiday) season to find all the perfect party props: red lanterns, tartan tablecloths, trees, pinecones, lights… I asked a friend to create a BABY G CAMP sign and Jessica, the flower designer, did a great job using the vintage  thermos (that I covered with some tartan fabric) and camping mugs I found at local flea markets.
 
Me and my sister also took care of the catering: bagels, mini hamburgers, muffins, cake pops, cupcakes… And I also made the cake, with a little VW van and a fox on the top!

001

Giovanni_16

002

003

Giovanni_17

004

Giovanni_18

005

Giovanni_22

Giovanni_24

Giovanni_26

Giovanni_28

Giovanni_29

Giovanni_30

Giovanni_31

Giovanni_34

Giovanni_35

Giovanni_37

Giovanni_39

Giovanni_44

Giovanni_49

Giovanni_51

Giovanni_52

Giovanni_53

Giovanni_57

Giovanni_58

Giovanni_62

Giovanni_67

Giovanni_69

Giovanni_72

Giovanni_78

Giovanni_80 copia

Giovanni_86

Giovanni_88

Giovanni_90 copia

Giovanni_94

Giovanni_98

Giovanni_99

Giovanni_100

Giovanni_105

Giovanni_110

Giovanni_115

Giovanni_116

Giovanni_124

Giovanni_128

Giovanni_130

Giovanni_132

Giovanni_140

Giovanni_142

Giovanni_165

Giovanni_170

Giovanni_173

Giovanni_175

Giovanni_177

Giovanni_185

Photography Serena Cevenini

Vendors:

Design, Planning, DIY: Almalu’s Place
Photography: Serena Cevenini
Flowers: Uh Lalà
Invitations: The Head Stand and Greek Art
Party props: Pipoca
Catering: Almalu’s Place

{Life} Ciao nonnina!

DSC_2181

Eri come una mamma. Avresti fatto 93 anni il 2 febbraio. Ne avrai sempre 92. In cuor nostro abbiamo sempre sperato che fossi immortale, perché non potevamo nemmeno immaginare come ci si potesse separare da un pezzo del proprio cuore, perché quello eri, Nonna.

Ci hai insegnato a ricamare, l’uncinetto e la maglia. Anche se poi Fabiola ha dimenticato tutto. L’amore per la cucina, a fare la pasta fatta in casa e le polpette. E in questo, però, lei è stata molto più brava di me. Ci hai insegnato cosa fosse la bontà, il fare per gli altri, senza aspettarsi niente indietro, l’amore incondizionato.

Siamo state fortunate, abbiamo potuto godere del tuo amore, della tua presenza, del tuo sorriso per più di trent’anni. E adesso dovremo imparare a vivere, ad andare avanti senza… Noi e anche Nonno, che quella notte è diventato ancora più piccolo. Che lì, solo, accanto alla bara, continuava a chiederti perché, perché te ne fossi andata senza di lui. Perché lo avevi promesso che anche questo viaggio lo avreste fatto insieme.

Come eri contenta quando ti ho detto che aspettavo Baby G. E non vedevi l’ora di conoscerlo. Sarà sempre bellissimo pensare che lo hai conosciuto, lo hai sentito chiamarti nonna, lo hai visto camminare e gli hai insegnato “fontanella, fontanella…”. Il tuo sorriso, mentre lo guardavi, sarà il ricordo più bello.

Anche se scegliere quello più bello sarà davvero difficile… Visti i pomeriggi passati a casa con te, cercando la fuga quando ci costringevi ad ascoltare il rosario, oppure guardandoti attente mentre ricamavi o sferruzzavi veloce accanto alla finestra, perché la luce artificiale non ti piaceva. Quante vacanze e quanti weekend, con la sveglia puntata alle 4 del mattino, perché il nonno doveva andare in campagna e tu ci avvolgevi nelle coperte, ci caricavi in macchina e quando ci svegliavamo in campagna ci preparavi la “colazione dei campioni” con peperoni arrosto e uovo sbattuto. O quando ci portavi a San Cristoforo, a fare scampagnate e ad abbracciare il nostro amico albero.

Vivrai sempre nei nostri cuori, ma ci mancherà non poterti più stringere la mano, abbracciarti e baciarti.

Alessandra & Fabiola

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...